Progetti Didattici 2019: Capitan Cestino alla ricerca della Plastica perduta

Capitan Cestino Prima Pagina

Al via l’attività di TSA Trasimeno Servizi Ambientali nelle scuole: come ogni anno numerosissima la partecipazione dei Rappresentanti Scolastici alla giornata di presentazione!

 Il progetto “Capitan Cestino: alla ricerca della plastica perduta!” sarà dedicato alla tematica della riduzione e della corretta gestione dei rifiuti in plastica monouso patrocinato da Corepla (Consorzio Nazionale per la raccolta, il riciclo e il recupero degli imballaggi in plastica).

MAGIONE, 25 ottobre 2018 – Numerosissimi come ogni anno i Rappresentanti delle scuole di ogni ordine e grado del Comprensorio Trasimeno – Corciano che hanno partecipato alla presentazione del nuovo progetto didattico di educazione ambientale per l’anno scolastico 2018/2019: “CAPITAN CESTINO: alla ricerca della plastica perduta!”, un’altra originale esperienza per impreziosire il ventaglio dell’offerta formativa di TSA – Trasimeno Servizi Ambientali, in grado di coinvolgere migliaia di ragazzi sui temi della riduzione, riutilizzo, raccolta e riciclo dei rifiuti a scuola e a casa. Come ogni anno, l’obiettivo è quello di motivare i più piccoli ad assumere comportamenti corretti nei riguardi delle risorse della terra, trasferendo le buone pratiche all’interno dei contesti familiari.

Il progetto è stato presentato questa mattina nella Sala Consiliare del Comune di Magione, alla presenza del Sindaco del Comune di Magione Giacomo Chiodini, il Presidente di TSA Dott.ssa Alessia Dorillo e il Direttore Generale di TSA Ing. Antonello Malucelli. Ha coordinato la mattinata Laura Marconi Referente Progetti Didattici GSA Srl Gruppo Gesenu.

IL PROGETTO “CAPITAN CESTINO: alla ricerca della plastica perduta!”

Il progetto di quest’anno, patrocinato Corepla (Consorzio Nazionale per la raccolta, il riciclo e il recupero degli imballaggi in plastica), affronta l’importante tematica della riduzione e della corretta gestione dei rifiuti d’imballaggi in plastica monouso e propone agli alunni di arruolarsi nella ciurma di Capitan Cestino.  La versatilità e la resistenza della plastica hanno rivoluzionato le nostre vite ma la diffusione di oggetti monouso e imballaggi richiede una gestione responsabile e consapevole del loro “fine vita”.

Il progetto vuole porre l’accento sul fatto che l’inquinamento da plastica è diventata una delle sfide ambientali più attuali e sentite a livello mondiale, principalmente nei mari e negli oceani, dove si calcola che ogni anno un’inadeguata gestione dei rifiuti provochi la presenza di 8 milioni di tonnellate di materiali plastici, che contaminano le acque e i pesci che mangiamo. Agli alunni si spiegherà dunque che noi possiamo invertire la rotta e contribuire concretamente alla salvaguardia dell’ambiente, attraverso la pratica quotidiana della raccolta differenziata e limitando dove possibile l’utilizzo di prodotti “usa e getta” e con inutili imballaggi.

Per aiutare gli alunni in questa missione, ad ogni scuola partecipante verrà consegnato un DIARIO DI BORDO, format cartaceo da personalizzare e compilare con le azioni messe in atto per ridurre e promuovere un uso sostenibile delle materie plastiche e l’adesivo “RIDUCI E RISPETTA” da attaccare a scuola. Il progetto è rivolto alle scuole di ogni ordine e grado, e le più virtuose alla fine dell’anno scolastico verranno premiate.

Per partecipare al progetto, le scuole dovranno inviare il modulo di adesione entro il 22 Novembre 2018.